+49 9571 9400 117 info@pet-interiors.com
Seleziona una pagina

Colpo di calore nel cane

Le temperature per noi confortevoli possono, in determinate circostanze, portare a un colpo di calore per il cane.

Colpo di calore nei cani

Se in estate le temperature salgono oltre i 25°C, i cani hanno maggiori probabilità di soffrire di colpi di calore. Poiché nei cani e nei gatti non sono presenti ghiandole sudoripare su gran parte della pelle, gli animali sono molto sensibili al calore. Le ghiandole sudoripare si trovano solo sul naso e sulla punta del naso. Si tratta di una superficie troppo piccola per regolare sufficientemente la temperatura corporea. E a differenza degli esseri umani, la calda pelliccia può essere scambiata con un arioso vestito estivo.

 

Come si manifesta il colpo di calore nei cani?

Se il cane è esposto al caldo per lungo tempo e non ha la possibilità di ritirarsi in un luogo fresco, può sviluppare molto rapidamente un colpo di calore. Se parcheggi l’auto al sole a una piacevole temperatura di 24°C, nel giro di un’ora l’auto può diventare una trappola mortale per il tuo cane. Non lasciare mai il tuo cane da solo in macchina, anche se è all’ombra. Il sole si muove e l’auto si trasforma in brevissimo tempo in un forno.

In climi caldi, elevata umidità e attività fisica intensa, i cani ben addestrati possono soffrire di colpi di calore. I cani da soccorso possono essere utilizzati solo per 15 minuti a temperature superiori a 30°C. Successivamente è necessario fare una pausa sufficientemente lunga e l’animale deve avere libero accesso all’acqua. Per garantire che il cane da salvataggio sia adeguatamente protetto, la temperatura corporea viene controllata regolarmente.

Se il tuo cane è un cane dal muso piatto (ad esempio Bulldog francese, Carlino, Boxer, Cavalier King Charles Spaniel, Pechinese…) dovresti prestare particolare attenzione. Anche una passeggiata tranquilla nella calura di mezzogiorno può causare un colpo di calore in un cane con respirazione limitata.

 

Cosa succede quando hai un colpo di calore?

I cani dissipano il calore ansimando. A causa della conseguente perdita di liquidi, gli animali si disidratano e la loro temperatura corporea continua ad aumentare. A partire da una temperatura corporea di 40°C gli organi non vengono più sufficientemente riforniti di sangue, si verificano notevoli problemi circolatori e può verificarsi uno shock. Se la temperatura corporea continua a salire, le proteine ​​del corpo si coagulano, l’animale collassa e, dopo una lotta dolorosa, muore per insufficienza cardiaca.

 

Questi sono i segni del colpo di calore:

respiro affannoso e respiro superficiale
grande irrequietezza, il cane cerca un posto all’ombra
polso rapido e palpitazioni cardiache
Temperatura corporea superiore a 40°c
lingua rosso intenso e sguardo vitreo
L’interno delle orecchie è caldo e rosso
l’animale è esausto, irrequieto e convulso
Vomito e diarrea
Disturbi dell’equilibrio e barcollamenti
Apatia e, nel peggiore dei casi, incoscienza

Misure di primo soccorso per il colpo di calore:

  • spostare l’animale in un luogo fresco e ben ventilato
  • offrire all’animale acqua misurata (non forzarla mai)
  • posizionare il cane su un asciugamano umido e rinfrescargli la testa e il collo
  • inumidire lentamente le gambe
  • fai la doccia all’animale lentamente e con attenzione, iniziando dalle zampe
  • Non versare in nessun caso acqua sull’animale, rischio di shock!
  • non utilizzare in nessun caso acqua ghiacciata, pericolo di morte!
  • Se il cane è privo di sensi, posizionatelo sul fianco destro, allungando la testa e il collo per evitare il soffocamento
  • portare immediatamente l’animale dal veterinario

 

Se avete un cane rovinato dal calore, dovreste sempre e in ogni caso consultare un veterinario! Solo un veterinario ha la possibilità di prevenire danni irreparabili e avviare misure di emergenza.

Ecco alcuni consigli utili su come far superare il caldo estivo al vostro cane!

 

 

Benvenuti

Benvenuti

Grotte per gatti in feltro con cuscini in latticeSono lieto che abbiate trovato il nostro blog. In futuro, qui tutto ruoterà intorno a cani, gatti e alle persone che li accompagnano. Parleremo di tutti gli argomenti relativi ai nostri amici a 4 zampe. Non vedo l'ora!...

Un sonno ristoratore per il mio cane

Perché un sonno tranquillo e riposante è così importante per i cani.

Per la maggior parte dei cani, la routine quotidiana è simile. Dopo l’ultimo giro di passeggiate, il cane e il suo padrone vanno a letto. Ritorna la pace, il cane può staccare la spina e dormire ristoratore. Con un po’ di fortuna accanto al tuo padrone e alla tua padrona in camera da letto. Questi suoni del sonno calmano maggiormente il cane da soma.
Si inizia con il primo suono della sveglia. Le persone diventano attive e da questo momento in poi l’amico a quattro zampe non riesce più a valutare adeguatamente la vita di tutti i giorni. Fa fatica a staccare la spina e di solito sonnecchia in nostra presenza.
Se il cane dorme profondamente e profondamente, di solito giace a lungo disteso e non c’è quasi nessuna tensione corporea. Se l’amico a quattro zampe si sta solo riposando, i suoi occhi sono chiusi, ma è sempre pronto a reagire immediatamente ad eventuali deviazioni.

Un sonno sano, sufficiente e riposante è essenziale per i cani.

I periodi di riposo durante il giorno sono estremamente importanti per raccogliere le forze ed elaborare le esperienze. Inoltre il sistema immunitario viene rafforzato e il nostro amico a quattro zampe è meno suscettibile alle malattie. I cani dormono ristoratori, sono molto più rilassati nel loro comportamento, più ricettivi, imparano più velocemente e hanno migliori capacità motorie.

Un sonno ristoratore è importante per il cane.

I cani hanno bisogno di un sonno ristoratore.

Come faccio a sapere se il mio cane dorme profondamente?

Se il cane sta semplicemente riposando, ha gli occhi aperti e si guarda intorno. Giace tranquillamente al suo posto nella cuccia e non si lascia disturbare subito.

Quando il cane sonnecchia, il suo naso e le sue orecchie scrutano l’ambiente circostante. Ha gli occhi chiusi, respira normalmente e non sogna.

Le fasi del sonno profondo dei cani sono abbastanza simili a quelle degli esseri umani. Quando ti addormenti, la frequenza cardiaca e la respirazione rallentano e la pressione sanguigna diminuisce. Arriva la fase REM in cui i cani elaborano le loro esperienze della giornata. Se l’amico a quattro zampe si dimena e guaisce con gli occhi chiusi, sta sognando ed è nella fase di sonno profondo. A differenza degli esseri umani, che sognano per circa un quarto della fase di sonno profondo, la fase REM nei cani adulti dura solo circa il 10% del tempo di sonno, anche se i cani giovani hanno bisogno di un po’ di più.

Gli scienziati hanno scoperto che gli esseri umani e i cani mostrano schemi identici di privazione del sonno. Inizialmente sono più sovraeccitati, poi deconcentrati e hanno scarse capacità motorie. Poi arriva la fase in cui sono molto irritabili. Compaiono poi i primi sintomi della malattia, che può diventare cronica.
Ecco perché dovresti fornire al tuo cane un posto dove dormire che offra la massima rigenerazione, perché il sonno ristoratore è così importante.

Il sonno ristoratore può essere imparato di nuovo.

I nostri cani non sono più abituati ai periodi naturali di riposo. Sono attivi quanto il loro padrone. Molti proprietari di cani pensano anche di dover tenere occupato il cane. Ma in realtà l’animale deve imparare di nuovo a cadere in un sonno profondo durante il giorno. Affinché il cane cada in un sonno profondo durante il giorno, è necessario considerare alcune cose.

Il posto letto perfetto è tutto per una rigenerazione ottimale del vostro amico a quattro zampe.

La natura ha plasmato l’esperienza del sonno naturale dei cani. Per provare un senso di sicurezza e protezione, i lupi scavano una buca per se stessi. I cani ottengono questa sicurezza quando la loro schiena è protetta, ad esempio con la nostra cuccia per cani BOOX, CUBE, BLOOM o la nostra cesta per cani ARENA.

Non posizionare la cuccia per cani al centro della stanza. È meglio posizionarlo in un lato o in un angolo tranquillo della stanza, senza luce solare diretta e privo di correnti d’aria. Inoltre non direttamente davanti al riscaldatore, poiché il cane può diventare rapidamente troppo caldo. Si prega di non posizionare la zona notte in un corridoio o in un corridoio. C’è troppo “traffico” e disordini a questo punto. Affinché il tuo amico a quattro zampe possa staccare la spina e trovare pace, un luogo un po’ nascosto e protetto è il posto giusto per la cuccia del cane.

Per evitare problemi alle articolazioni, non lasciare che il tuo cane dorma direttamente sul pavimento freddo e duro. Fornirgli un posto dove dormire ben isolato dal freddo e dal caldo (riscaldamento a pavimento). I nostri cuscini per cani sono abbastanza spessi da soddisfare questi requisiti. L’imbottitura ortopedica in lattice garantisce inoltre un sonno sano e profondo. Supporta il corpo del cane con la sua eccellente elasticità puntuale e riflette in modo ottimale la forma del corpo, in modo che non vi sia alcuna pressione sui dischi intervertebrali e sulla colonna vertebrale. Ciò garantisce un rilassamento muscolare ottimale.
Se il cane ha già problemi alle articolazioni, consigliamo un tappetino per cani viscoelastico (memory foam) come il nostro PAUL o MARY.
Assicurati che la cuccia del cane sia della misura giusta. Il cane dovrebbe anche essere in grado di allungarsi correttamente.

Ciò garantisce anche una buona notte di sonno.

L’esercizio fisico e l’esposizione all’aria aperta sono essenziali per un buon sonno notturno. Le esigenze mentali come il lavoro con il naso e il tracciamento richiedono non solo i muscoli ma anche la testa. Un sonno ristoratore dipende anche da un buon ambiente per dormire, ma di questo abbiamo già parlato. Di notte è importante anche che la stanza sia buia. Inoltre, l’animale non deve essere disturbato da forti rumori ambientali. Per garantire che la vescica non si sforzi durante la notte e impedire al cane di dormire tutta la notte, è opportuno fare un’ultima passeggiata prima di andare a letto. Dategli da mangiare la sera presto in modo che abbia abbastanza tempo per digerire il pasto serale.

Cause gravi del sonno eccessivo.

C’è una grande differenza tra dormire e mentire letargico. Osserva attentamente il tuo cane. Se sembra piuttosto pigro e letargico, dovresti prima controllare le sue abitudini alimentari. È possibile che il vostro amico a quattro zampe non beva abbastanza o abbia poco appetito? Questa può essere una seria bandiera rossa. Quando noi esseri umani abbiamo l’influenza, non vogliamo alzarci dal letto e soffrire di perdita di appetito e mancanza di motivazione. Osserva attentamente il tuo cane e vedi se potrebbe farlo
– riceve troppo poco lavoro ed è poco sfidato
– soffre di tiroide ipoattiva
– È diabetico
– soffre di depressione
– è stato infettato dalla malattia di Lyme da una puntura di zecca

In sostanza: dalle 16 alle 20 ore di sonno sono normali per i cani e di solito non sono motivo di preoccupazione. Tuttavia, se il comportamento del tuo animale cambia improvvisamente, è molto meno attivo, giace letargico nel suo letto o le sue abitudini nel bere o il comportamento alimentare cambiano, dovresti sempre consultare un veterinario.

Preparate i vostri biscotti sani per cani con la farina d’avena

I biscotti per cani fatti in casa sono un dolcetto salutare per il tuo cane.

Se ti piace cucinare per te e per i tuoi cari, ha senso preparare dei biscotti salutari per il tuo cane. Prepara semplicemente questi dolcetti di farina d’avena per il tuo amico a quattro zampe. Potete essere certi che i vostri biscotti per cani fatti in casa non contengono coloranti o conservanti nocivi. Sono ideali anche per i cani che non tollerano il grano. La ricetta di questi dolcetti è semplice e non richiede molti ingredienti. La combinazione di riccioli d’avena, uova e burro colpirà sicuramente le papille gustative del tuo cane.
Ingredienti per i biscotti per cani:

300 g di fiocchi d’avena fini
2 uova
125 g di burro o margarina
Acqua, se necessario

farina d'avena

 

Preparazione dei dolcetti:

Lavorare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto e se necessario aggiungere un po’ d’acqua in modo da formare un rotolo. Lasciate riposare il rotolo in frigorifero per circa 20 minuti. Tagliateli poi a talleri e infornateli a 150°C. I talleri si conservano bene se essiccati e conservati in un sacchetto di carta.

Puoi anche personalizzare i biscotti per cani in base alle preferenze del tuo amico a quattro zampe. Potete ad esempio arricchire i biscotti con formaggio, carne o verdure. Qualunque siano i gusti del tuo amico a quattro zampe. Ne sarà entusiasta.

 

Benvenuti

Grotte per gatti in feltro con cuscini in lattice

Sono lieto che abbiate trovato il nostro blog. In futuro, qui tutto ruoterà intorno a cani, gatti e alle persone che li accompagnano. Parleremo di tutti gli argomenti relativi ai nostri amici a 4 zampe. Non vedo l’ora!

 

Cordiali saluti Christel

Cuscino per cani in pelle di bufalo

Un gatto si trasferisce: i migliori consigli per l’ambientamento

Il momento è finalmente arrivato: un gatto si sta trasferendo. Vi aspettano settimane intense ed emozionanti. Che si tratti di un gattino o di un gatto anziano, di un gatto di razza proveniente da un allevatore o dalla protezione animali, il nuovo membro della famiglia conquisterà il vostro cuore e la vostra casa.
È difficile dare istruzioni precise su come acclimatare un gatto. Esistono ottimi consigli su come prepararsi all’arrivo di un gattino. Grazie alla nostra esperienza, la fase di ambientamento si svolgerà senza problemi.

A cat moves in - the best tips for settling in

 piccoli gattini nel cesto per gatti Credo

Che età deve avere il gatto quando si trasferisce?

Per avere una buona socializzazione, un gattino dovrebbe vivere con la madre e i fratelli per almeno 12 settimane. I ricercatori dell’Università di Helsinki hanno scoperto che i gatti dovrebbero vivere con la madre e i fratelli per le prime 13 settimane. In questo modo si trasformano in creature più amichevoli e con meno problemi comportamentali. È quindi opportuno aspettare pazientemente che il gatto si trasferisca.
Tuttavia, la separazione dalla madre e dai fratelli non deve essere sottovalutata. La separazione non è facile per il giovane gattino e per la madre. Per dare al gattino un po’ di conforto nella sua nuova casa, è consigliabile preparare una coperta che profumi di madre e fratelli. È possibile portare la coperta insieme alla madre e ai fratelli per qualche tempo, in modo da trasferire l’odore. La coperta aiuterà a calmare il gattino nella sua nuova casa. Se possibile, adottate due gattini della stessa cucciolata. Questo facilita la separazione e la maggior parte dei gatti ama vivere con un conspecifico.
Al contrario, è una buona idea introdurre il gatto al vostro odore prima di trasferirvi. Potete portare all’allevatore o al proprietario della gatta madre uno dei vostri capi di abbigliamento. Questo aiuterà il gattino ad abituarsi al vostro odore.

 

Un gatto si trasferisce qui: Come faccio ad abituarlo alla nuova casa?

Che si tratti di un gattino o di un animale anziano, il trasloco di un gatto è emozionante per ogni fascia d’età. È possibile preparare alcune cose in modo che le numerose nuove impressioni non sopraffacciano il gatto al momento del trasloco. Se possibile, preparate una stanza (non una stanza di transito) in cui il nuovo ospite possa ambientarsi da solo. L’ideale è proteggere l’ingresso della stanza con un recinto o una rete per cuccioli. Dopo il trasferimento, il gatto può osservare ciò che accade senza dover lasciare la stanza. La stanza del gatto deve avere tutto ciò di cui il nuovo arrivato ha bisogno. Una lettiera, una cesta per gatti, un’area per graffiare, cibo e acqua saranno necessari quando il gatto si trasferisce.
Non appena arrivate a casa con il vostro gatto, lasciate la cassetta di trasporto aperta nella stanza del gatto. L’ideale è che la stanza non offra troppi nascondigli. Lasciate che sia il gattino a decidere quando vuole lasciare la cassetta. Se dopo alcune ore il nuovo membro della famiglia non si è ancora avventurato fuori, dovrete aiutarlo. Attirate l’animale con un bocconcino o un giocattolo. Per quanto difficile possa essere, date al gattino del tempo. Il gattino deve prima abituarsi ai nuovi rumori, odori e impressioni. I gatti sono curiosi e presto esploreranno la stanza da soli e cercheranno il contatto con gli altri coinquilini. Con questi consigli per l’ambientamento, il trasloco si svolgerà senza problemi.

 

Quanto tempo occorre a un gattino per ambientarsi?

Lasciate che sia il nuovo coinquilino a dettare il ritmo. Prima deve abituarsi alle persone e all’ambiente sconosciuto. Non è facile interpretare e valutare correttamente le nuove impressioni. Non appena il gattino si sentirà al sicuro nella stanza dei gatti, vorrà esplorare il resto della casa. I gatti hanno anche caratteri molto diversi. Alcuni sono più attenti, mentre altri gattini non sono così spavaldi. Potete essere certi che presto desidererete avere in casa un rappresentante timido piuttosto che l’estroverso esploratore che potrebbe essere diventato.
Non prendete in braccio o trattenete il gattino contro la sua volontà. Aspettate pazientemente il momento in cui verrà da voi da solo. A noi non è ancora permesso prendere in braccio la nostra Gisela dopo 8 anni insieme. Lei lo odia e non vuole essere portata in giro. Viene a farsi coccolare molto spesso, ma solo quando vuole. Sempre nel momento sbagliato, ovviamente. E allora cosa fa l’amante dei gatti? Si prende il tempo di prendersi cura di lei, naturalmente.
Circonda il nuovo arrivato con il maggior numero possibile di cose che conosce dalla sua vecchia casa. La coperta che profuma di madre e fratelli, lo stesso cibo e la stessa lettiera familiare. Volete fare dei cambiamenti? Fatelo con cautela e solo quando il gatto si è già ambientato.

 

Un gatto si trasferisce qui: Come faccio ad abituare due gatti l’uno all’altro?

Se il nuovo coinquilino farà parte di una comunità di gatti, è opportuno preparare per tempo il branco esistente all’arrivo del nuovo membro della stessa specie:

Portate con voi un campione dell’odore del nuovo gatto (coperta, stoffa, cuscino), in modo che gli animali che già vivono in casa possano abituarsi all’odore del nuovo arrivato.
Non appena tutti gli animali della famiglia sono arrivati, accarezzate a turno entrambi gli animali. Non lavatevi le mani nel frattempo, in modo che gli odori dei gatti si mescolino.
La stanza in cui il primo gatto preferisce trascorrere il tempo non dovrebbe essere la stanza di arrivo del nuovo gatto. Gli animali devono potersi annusare prima attraverso il cancelletto o il divisorio. La separazione impedisce inoltre al nuovo arrivato di entrare inconsapevolmente nel territorio del gatto che già vive in casa.
Posizionate le ciotole del cibo dei due gatti una di fronte all’altra, separate dalla barriera. In questo modo l’odore “estraneo” del cibo avrà un’impronta positiva.
Prestate particolare attenzione al primo gatto durante il periodo di arrivo per evitare gelosie.
Se il ricongiungimento è imminente, è importante che siate nella stessa stanza. Se la situazione sfugge di mano, potete intervenire se necessario.

 

Un gatto si trasferisce qui: Quali accessori sono necessari?

Lettiera per gatti

Di norma dovrebbe esserci sempre una lettiera in più rispetto al numero di gatti presenti in casa. È meglio lasciare che sia il gatto a decidere se deve essere una toilette con coperchio o meno. Alcuni animali amano la caverna, che ha anche il vantaggio di far rimanere l’odore nella toilette. Altri gatti, invece, hanno bisogno dello spazio libero sopra di loro.
In ogni caso, la parte inferiore della toilette dovrebbe essere relativamente alta. La lettiera può essere versata abbondantemente e in alto c’è ancora spazio sufficiente. Infatti, se il gatto seppellisce i suoi escrementi con passione, la lettiera non vola oltre il bordo della toilette.
Esistono anche preferenze diverse in fatto di lettiera. Provate a scegliere quella che piace di più al vostro gatto di casa. Gisela preferisce la lettiera fine a grumi. Quando la compriamo, ci assicuriamo che non contenga additivi profumati. Non possiamo pensare che un profumo così forte sia piacevole per il naso dei gatti. Anche un tappeto sotto la toilette che raccoglie le briciole dalle zampe si è rivelato utile. In questo modo, i pellet della lettiera del gatto non vengono portati in giro per tutto l’appartamento.

 

Tiragraffi

Non deve necessariamente essere un tiragraffi completo. È sufficiente offrire al micio una superficie su cui grattarsi. Che si tratti di sisal, feltro o qualcosa di simile, anche in questo caso è necessario verificare le preferenze del gatto. Il gatto utilizzerà la superficie di graffiatura che gli viene messa a disposizione se è comoda per lui. La nostra prima gatta, la signora Schmitt, preferiva il feltro e non graffiava su nient’altro, mentre Gisela affila gli artigli solo sulla sisal.

 

Posto letto per il gatto

Sappiamo che i gatti sono individualisti. Che il posto in cui dormire sia una tenera grotta, una casetta o una cesta per gatti, i gatti preferiscono sceglierlo da soli. Osservate il gattino per un po’. Capirete se preferisce dormire in un luogo appartato e silenzioso o se preferisce stare in alto e avere una visione d’insieme. Per un pisolino rilassato, anche una grotta accogliente o un incavo nel cuscino possono essere un’opzione. La nostra Gisela è piena di posti per dormire e deve lavorare sodo per il suo cibo come tester di prototipi. Non importa dove siamo in casa, lei dorme sempre vicino a noi. Solo in ufficio ha tre cuscini e ceste, su cui dorme in egual misura. Naturalmente questo non è necessario per il vostro gatto, ma dimostra che non c’è un solo posto preferito.

 

Ciotola per mangiare e bere

Per la nostra Gisela, due ciotole per l’alimentazione si sono rivelate utili. Una per il cibo umido, che viene somministrato a una certa ora del giorno. Una ciotola per il cibo secco, in cui il cibo è disponibile durante tutto il giorno. Tuttavia, Gisela deve usare abilità e pazienza per estrarre i singoli bocconcini dalla scatola. In questo modo si mantiene mentalmente in forma: il cibo non è automaticamente disponibile e bisogna impegnarsi per ottenerlo.
Collocate diverse ciotole per l’acqua in posti diversi, ma nessuna vicino alla ciotola del cibo. I gatti tendono a bere poco. Quando hanno sete, preferiscono mangiare piuttosto che dissetarsi. Sarete sorpresi di quali luoghi di abbeveraggio preferiscono.

 

Scatola per il trasporto

Per trasportare il gattino in modo sicuro, è necessaria una cassetta di trasporto. Sta a voi decidere se farla con l’apertura rivolta verso l’alto o in avanti.

 

Alimenti adatti all’età

Esistono alimenti adatti a ogni età. Io stessa cucino il cibo umido per la nostra Gisela e lo congelo in porzioni. Le piace molto. Compriamo alimenti secchi molto diversi tra loro, in modo che non si abitui a un solo gusto. Il gattino è ancora così piccolo da non poter usare la ciotola? Questo perché non ha ancora capito il trucco di sbattere la testa. Potete iniziare a dargli da mangiare con un cucchiaio. Abbassate lentamente il cucchiaio verso la ciotola finché non sarà in grado di mangiare da solo. Un gattino piccolo ha bisogno inizialmente di quattro o cinque pasti più piccoli. Abbiamo scoperto che i gatti non hanno bisogno di un orario di alimentazione. Il cibo secco, per il quale deve lavorare, è sempre disponibile. Gisela riceve cibo umido una o due volte al giorno. In questo modo si evitano le voglie di cibo e non è necessario che il gatto sia presente alla ciotola a una certa ora.

 

Spazzola

Non solo i gatti a pelo lungo hanno bisogno di una toelettatura regolare, anche quelli a pelo corto amano essere spazzolati. Da un lato, il pelo invernale si stacca più facilmente in primavera e il gatto perde molto meno pelo. Inoltre, è diventato un meraviglioso rituale tra di noi: Gisela adora essere accarezzata con la spazzola. Potete trovare un articolo sulla toelettatura qui.

a cat-shaped toy out of wool felt dashes over the smooth floor

i piccoli gatti di feltro si agitano sul pavimento

I giocattoli

È importante acquistare o costruire giocattoli in cui nessuna parte possa staccarsi ed essere ingoiata dal gattino. I nostri gatti di feltro sono molto apprezzati. Questi corrono silenziosamente su pavimenti lisci e possono essere maltrattati meravigliosamente.

 

Qui troverete consigli utili su come tenere occupato il vostro nuovo gatto.

Benvenuti

Benvenuti

Grotte per gatti in feltro con cuscini in latticeSono lieto che abbiate trovato il nostro blog. In futuro, qui tutto ruoterà intorno a cani, gatti e alle persone che li accompagnano. Parleremo di tutti gli argomenti relativi ai nostri amici a 4 zampe. Non vedo l'ora!...

Incontinenza nei cani – Il mio cane è incontinente?

Se l’animale perde urina in modo incontrollato, si parla di incontinenza canina. Dopo aver dormito, il cane lascia chiazze bagnate sulla sua cuccia e perde urina, anche se è stato a lungo addestrato in casa. La vita del cane e del padrone ne risente pesantemente e sono necessari una diagnosi e un trattamento veterinario.

Cuscino per cani DIVAN Uno con copertura per incontinenza

Che cos’è l’incontinenza nei cani?

Un cane incontinente perde inconsapevolmente urina o feci. Questo può accadere mentre è in piedi, cammina o dorme. A seconda della gravità dell’incontinenza del cane, può trattarsi di poche gocce di urina o di un intero flusso. Più raramente, l’incontinenza riguarda le feci. Nella forma più comune di incontinenza, il cane perde alcune gocce di urina durante la notte, mentre dorme. Se lo sfintere della vescica è rilassato, il cane non riesce più a controllarlo. Questo accade spesso nelle femmine anziane, quando non producono più ormoni sessuali femminili. Tuttavia, l’incontinenza può verificarsi anche nei cani sterilizzati, a causa di malattie o traumi.
Le femmine sono più colpite dei maschi, poiché l’uretere è molto più corto e dritto nelle femmine. I cani di taglia grande, come i dobermann, i rottweiler, i boxer e gli schnauzer giganti, sono più frequentemente colpiti. I cani da pastore, i cani da montagna bernesi, i bassotti e gli spaniel sono colpiti meno frequentemente.

Perché il mio cane è incontinente?

Diverse ragioni possono portare all’incontinenza nei cani. C’è l’incontinenza legata all’età, che è più comune nei cani femmina rispetto ai cani maschi. Anche la castrazione nei cani è associata all’incontinenza. In circa il 30% di tutte le cagne di grossa taglia sterilizzate, l’incontinenza si manifesta in media dopo 3-5 anni. Nei casi sfavorevoli, l’incontinenza si manifesta immediatamente, in quelli favorevoli solo dopo 8-10 anni. Solo il 10% delle razze canine più piccole è affetto da incontinenza.
Diverse malattie come cistite, malformazioni degli ureteri o danni ai nervi possono portare all’incontinenza. Per scoprire la causa in modo affidabile, è indispensabile una visita dal veterinario.

Diagnosi e trattamento dell’incontinenza nei cani

Se l’incontinenza è causata da una malattia, questa deve essere trattata. Malformazioni dell’uretra, calcoli vescicali o un tumore nella vescica sono condizioni gravi che possono richiedere un intervento chirurgico.
I cani che diventano incontinenti a causa della castrazione possono essere trattati in modo efficace e con successo con farmaci appropriati. Questi farmaci aumentano la tensione muscolare dell’uretra e favoriscono la chiusura uretrale.
La terapia omeopatica può essere d’aiuto e gli integratori alimentari come i semi di zucca o i mirtilli rossi possono avere un effetto positivo.

È possibile prevenire l’incontinenza nei cani?

Fondamentalmente no. Si presume che le perdite urinarie dovute alla castrazione siano minori se vengono rimosse solo le ovaie e l’utero rimane nel cane.

Consigli per la convivenza con un cane incontinente.

Non è nella natura di un cane sporcare il proprio spazio vitale. Gli animali addestrati in casa soffrono psicologicamente per la loro incontinenza. I cani hanno un naso fine e odiano l’odore della loro urina. È molto importante reagire con comprensione. Poiché il cane non perde urina di proposito, non deve essere punito in nessun caso.

Indossare di tanto in tanto i pannolini può essere un modo per semplificare la vita quotidiana. Purtroppo, non è consigliabile indossare i pannolini in modo permanente, perché possono irritare la pelle e il pelo del cane.

Per evitare la formazione di odori sgradevoli in casa, è utile pulire regolarmente tutti i pavimenti. Lavare anche la cuccia del cane a brevi intervalli. Le cucce per cani di pet-interiors sono tutte lavabili e adatte all’asciugatura in tamburo. Abbiamo sviluppato coperture per incontinenza abbinate a tutti i nostri cuscini per cani, per facilitare la convivenza con il vostro amico a quattro zampe.

The incontinence cover from pet-interiors keeps the dog bed clean